Iperidrosi plantare

Chirurgo: Dott. Tarfusser

L’intervento di iperidrosi plantare è uno dei fiori all’occhiello del Centro Chirurgico Sant’Anna, l’unico centro in cui viene eseguito l’intervento toracoaddominale.

A eseguire gli interventi di iperidorsi plantare presso il Centro Chirurgico Sant’Anna è il dottor Ivo Tarfusser. Nato a Merano, questo esperto chirurgo ha conseguito la laurea in medicina nel 1979 all’università di Vienna. Successivamente ha lavorato in Svezia, a Stoccolma e Goteborg, dove si è specializzato in chirurgia generale e urologica, con particolare attenzione alle tecniche endoscopiche.

Il dottor Tarfusser è uno dei veterani della Casa di Cura Sant’Anna e del suo Centro Chirurgico. Collabora con la struttura fin dal suo rientro in Italia, nel 1994.

Iperidrosi plantare con tecnica mini invasiva

L’iperidrosi è un disturbo del sistema nervoso centrale che provoca una copiosa sudorazione. Talmente abbondante da risultare invalidante, soprattutto quando interessa le mani. Tuttavia può essere altrettanto fastidiosa anche quando interessa i piedi e gli arti inferiori.

Recidere i collegamenti tra il nervo simpatico e il sistema nervoso centrale è la chiave per eliminare il problema in modo definitivo. La tecnica endoscopica per eseguire questo intervento viene sperimentata in Svezia fin dalla fine degli anni ‘80, in particolare nei casi di iperidrosi palmare e successivamente sperimentata anche nei casi di iperidorsi plantare.

Nel 1994, il dottor Tarfusser è tra i primi chirurghi a eseguire questo genere di intervento. La tecnica è innovativa e non è molto conosciuta. Per questo motivo il chirurgo utilizza la rete per farsi conoscere. Molti sono i pazienti che, grazie a internet, arrivano a Merano per farsi operare. Tra questi ci sono molti americani e, soprattutto, moltissimi esperti di informatica, tra i primi e più assidui utenti della nascente rete internet.

Nel 2006 è ancora Tarfusser a portare in Italia la tecnica endoscopica per l’iperidrosi plantare, che inizierà a utilizzare nel Centro Chirurgico Sant’Anna a partire dal 2007.Grazie a questa esperienza, la struttura è l’unico centro al mondo dove si esegue l’intervento toracoaddominale, che risolve in un solo intervento i problemi di iperidrosi palmare e plantare.

I vantaggi dell’intervento di iperidrosi plantare con tecnica endoscopica

L’obiettivo dell’intervento di iperidrosi plantare con tecnica mini invasiva è liberare il paziente dal problema, riducendo al minimo le conseguenze successive all’operazione e i tempi di recupero. Infatti, se l’intervento viene eseguito in modo corretto, generalmente non si presentano problemi di sorta. Le tecniche mini invasive permettono infatti di ridurre al minimo gli effetti dell’intervento sul paziente. I tempi di recupero risultano così più rapidi rispetto alle tecniche e cielo aperto e il rischio di problemi successivi all’operazione si riduce al minimo.