A cura del professor Holzheimer, specialista in chirurgia e medicina dello sport.

Ernia dell’atleta

Le ernie degli atleti sono spesso causa di disturbi all’inguine che possono irradiarsi alle cosce negli sportivi (calciatori, golfisti, tennisti, giocatori hockey sul ghiaccio, atleti di atletica leggera). Spesso, queste ernie non creano un rigonfiamento visibile dall’esterno. Il difetto, una lesione ai muscoli della parete addominale, può essere mostrato solo con l’esame ecografico. La causa del dolore è solitamente un intrappolamento isolato di un piccolo ramo di un nervo sensibile nella parete anteriore della parete addominale. Quindi non accessibile per un’operazione laparoscopica (TAPP, TEP). Con l’esame ecografico, il difetto può essere localizzato prima dell’intervento, individuato e riparato attraverso una piccola incisione nella parete anteriore dell’inguine.

Nella Clinica Sant’Anna di Merano, questo può essere fatto in ambulatorio e in anestesia locale.

Ernia inguinale

L’ernia inguinale è una fessura nella parete addominale attraverso la quale l’intestino o il tessuto adiposo possono essere spinti fuori dall’addome. Di solito c’è un tessuto connettivo debole e sovraccarico (dovuto ad esempio al sollevamento di pesi). Non tutte le ernie si presentano come una protuberanza all’inguine. Pertanto, gli ultrasuoni dovrebbero essere sempre utilizzati nella diagnosi. Un’ernia inguinale di solito non causa alcun sintomo: la causa di questi sintomi può risiedere nella parete anteriore della parete addominale. Poiché questo è cruciale per la tecnica chirurgica, dovrebbe essere considerato prima della decisione per un’operazione. Con una procedura laparoscopica (TAPP, TEP), lo spazio nell’addome può essere chiuso con una grande rete sovrapposta. La causa del disagio causato dai cambiamenti nella parete frontale, tuttavia, non lo è.

Mentre una rete deve essere sempre utilizzata durante la chirurgia laparoscopica e la procedura deve essere eseguita in anestesia generale, è possibile utilizzare una piccola incisione all’inguine per chiuderla ambulatorialmente senza una rete con una tecnica di sutura (Shouldice) in anestesia locale. Dopo interventi laparoscopici (TAPP, TEP) la rete può spostarsi. Per evitarlo, durante l’intervento con un taglio all’inguine, la rete viene collegata sia alla parete posteriore che alla parete anteriore (sandwich), se necessario. In ogni caso, con la tecnica di sutura combinata viene utilizzata una quantità significativamente inferiore di materiale estraneo rispetto al metodo laparoscopico (TAPP, TEP).

Presso la Clinica Sant’Anna, la procedura può essere eseguita in ambulatorio e in anestesia locale.

Ernia ombelicale

L’ernia ombelicale è una fessura nell’ombelico o sopra l’ombelico, la cui causa può essere una mancanza di chiusura del cordone ombelicale o un tessuto connettivo debole e una maggiore pressione nell’addome in caso di sovrappeso. Il rifornimento può essere effettuato per via laparoscopica in anestesia generale entrando nella cavità addominale e applicando una rete dall’interno o attraverso una piccola incisione sul bordo inferiore dell’ombelico utilizzando la sutura e / o una tecnica di sutura combinata. Le linee guida raccomandano la chirurgia a cielo aperto con una maglia piatta.

Nella Clinica Sant’Anna la procedura può essere eseguita in ambulatorio e in anestesia locale.

Prenotazione

Abbiamo diverse modalità di prenotazione a seconda dei servizi che offriamo. Scegli il servizio di cui hai bisogno e segui le istruzioni per prenotare.