Intervento di protesi della spalla

Chirurgo: Dott. Kinigadner

Chirurgia della spalla, c’è ancora molto da imparare.

Nel Centro Chirurgico Sant’Anna è il dottor Kinigadner che si occupa di chirurgia e dell’intervento di protesi della spalla. Chirurgo di grande esperienza, Kinigadner si è formato all’ospedale di Vipiteno e, da qui, è entrato a far parte del reparto di traumatologia dell’università di Innsbruck.

Ne fanno parte molti gruppi di lavoro, specializzati su singole parti del corpo. Tra queste è la spalla ad affascinarlo più di tutte. Una vera e propria meraviglia della natura. Per i successivi 8 anni è su questa articolazione fondamentale che Kinigadner lavora.

Un’esperienza che metterà a frutto quando verrà chiamato a dare vita al reparto di chirurgia della spalle di una celebre clinica a Peschiera. Qui lavora dieci anni, prima di tornare a Merano per motivi familiari e partecipare alla costruzione del Centro Chirurgico Sant’Anna.

I vantaggi dell’intervento di protesi alla spalla

Approfittando del buon clima lavorativo e dello spazio che gli viene concesso, Kinigadner porta a Merano l’intervento di protesi della spalla. Un intervento difficile, per cui si è cercata una soluzione per almeno 60 anni, senza grandi risultati.

Traumi e patologie degenerative della spalla, che oltre i 60 anni comportano una perdita di qualità della vita, venivano curati esclusivamente con la fisioterapia fino a che il chirurgo francese Gramont non ebbe un’intuizione che si può definire soltanto in un modo, geniale: invertire l’anatomia della spalla.

Per rendere più resistente l’impianto, Gramont ha infatti pensato di posizionare la parte concava della protesi in prossimità dell’omero e quella convessa all’altezza della scapola. Così, grazie anche a materiali estremamente resistenti, la protesi alla spalla riesce a durare almeno dieci anni, garantendo movimento e forza, pur lavorando solo con il deltoide.

Kinigadner padroneggia questa tecnica fin dal 1996 e, grazie a essa, può garantire risultati efficaci, rapidi e duraturi per tutti i suoi pazienti, migliorandone notevolmente la qualità della vita compromessa dai dolori e dalla perdita di mobilità della spalla.